Vai al contenuto

21

"Il marines,  il batterista, il fotografo, il super professore universitario, il truccatore, l'artista, l'ufficiale di Marina... Ma mai che dicessi che ne so l'impiegato alle poste o una cosa più normale... allora vedi che secondo me sei tu che te le cerchi."

"in effetti c'hai ragione, sono io, c'è qualcosa in me che non va. Precisiamo, l'unico con cui volevo impegnarmi era il marines, degli altri poco me ne fotte. Anzi, non c'e' stato nemmeno niente."

Conversazione iniziata con un amico qualche mattina fa. Io ci rimugino sopra e penso, in effetti e' vero, ha ragione solo gente con mestieri assurdi. Nessun uomo normale, nessun impiegato alle poste.

No, no, momento, momento. Io non sono una da impiegato alle poste, da ufficio contabile, da paghe e contributi.

No per carità! Io non sono un comune tubino nero, sono un signature piece di Moschino, sono l'ultima collezione di Dolce e Gabbana con tanto di fuochi d'artificio sul lungo mare.

L'impiegato comunale è per la miss mutanda Jadea, con il pantalone blu notte e la polo beige. Sempre quella che alterna le hogan ai mocassini. Che non osa, veste il giusto non sconfina mai. Io non posso mettermi con l'impiegato comunale con la sciarpa da brav'uomo, il pullover color carta da zucchero e il pantalone classico-sportivo con i fazzoletti di carta nella portiera del guidatore. No! Mi rifiuto. Si è vero non ho avuto molta fortuna, ma chi ha detto che io ne voglia? Chi ha detto che io voglio sistemarmi. Cioè questa sarà la mia prima estate da single in 12 anni. Minimo qua ci escono tre o quattro post così, già la prima settimana di luglio.

Ma chi mi ferma più! I'm freaking ready bitches.

Chiariamo un concetto molto semplice e basilare. Se pure io volessi sistemarmi, non potrei stare con l'impiegato delle poste.

Cioè forse non si rende conto il mio amico, che non c'è partita. È come la Pruzzuzese contro il Real Madrid. È impensabile. Io non posso affiancarmi ad un tranquillo e molle piccolo borghese che in estate va in vacanza nel bungalow ad Acciaroli. L'impiegato è quello che non ha ambizioni e si accontenta delle cose mediocri. L'impiegato ha la Fiat, l'uomo punto. CI vuole un Alfa, una Lancia, una Land Rover, una macchina seria, no la Fiat.  Ma la cosa grave è che lui non lo sa nemmeno che si sta accontentando.

La consapevole anormalità della gente normale

Devi essere normale. Devi vivere una vita semplice. Un amore semplice. Fatti una famiglia, un bel marito poi i figli, magari trovi pure tu un lavoro più' sistemato. L'utilitaria presa a rate, il trasportino omologato, il ciondolino in oro bianco per Natale. La rassicurante mediocrità dell'elettrodomestico dell'Ariete,  l'impastatrice Delonghi, l'infisso in alluminio.

Le vite monotone tutte uguali, la camicia, il panino con gli amici, il sabato sera in quei pub col menù plastificato che la metà delle portate sono surgelati. I karaoke con la comitiva nei locali di provincia, quelli con le pareti a buccia d'arancia dai colori sfumati e le contro soffittature con i faretti a luce bianca. Loro vivono così, nella dozzinalità di una donna bella ma non troppo, intelligente ma nella media Loro sono i professori del liceo di provincia che premiano quella che andava a scuola con i compitini tutti fatti, nei quaderni ordinati in bella copia, che non andava mai oltre.

Il mio regno per il dolce sapore della libertà

Apparteniamo a due universi diametralmente opposti che non si incontreranno mai, io non lo voglio incontrare, lui mi vuole conquistare. Ci vedremo solo per i bonifici, il 730, e i vaglia postali. Non avremo mai nulla in comune, lui è convinto di essere quello giusto, forte sostenitore della campagna non c'è nulla di strano ad essere normali. Prendetevela la vostra autocommiserativa normalità, a me non interessa. Se un unico atomo solo e triste ne fosse stato attratto, non avrei esitato, sarei stata intelligente ma non troppo, avrei comprato le polo celeste carta da zucchero e il chino color kaki.

Io non voglio una vita così. Sono stata incubata in un limbo per 9 anni, ho lasciato il comfort e la sicurezza di un uomo che, a modo suo, mi amava, per fare un salto nell'ignoto. Come potrei, dopo aver assaporato il gusto dolce e deciso della libertà, accontentarmi di una monotona normalità. Di quell'amore fatto il giusto, senza chiedersi cosa vogliamo, cosa ci piace, ma dare per scontato che esiste solo quello. Mediocre come la penna Bic. Che non ha idea di farlo nel bagno del Bar Mediterraneo di Sabato sera, mentre fuori un branco di bruti bussa tipo white walkers. Non hanno idea di quelle attrazioni mentali che sei pazza e prenderesti la nave per attraversare il Tirreno per vederlo solo per una notte. Vivrei tutta la vita pensando che mi manca qualcosa.

So' passati 200 anni e ancora a vivere come nei romanzi di Jane Austen

Sei grande dicono, sei donna dopo non ti sistemi più, il tempo vola. Loro non capiscono che non mi interessa, non mi voglio accasare. Non sto aspettando Darcy che mi salva, non sono l'eroina di Jane Austen. Anzi, mi fa cacare Jane Austen, lei e la tranquilla vita di provincia, con quelle sue protagoniste che pensano solo a sposarsi. Mai che una dicesse "wa voglio andare a distillare whiskey sull'isola di Skye", no pensano al  corredo al matrimonio,  i confetti, i fiori. Come se ogni donna stesse aspettando l'uomo gentile che la salva dalla solitudine e dall'incertezza. Non c'e nulla al mondo di più squallido e triste che quello di stare in una relazione solo per non stare da soli. Aspettare quel qualcuno che ti tiene compagnia,che diventa la tua abitudine.

Ma che poi dai per favore, aspettare il Prince Charming, io qua l'unica cosa che aspetto con ansia è l'accredito dello stipendio! Quelle so' soddisfazioni.

Ognuna di noi è perseguitata da una serie di nomi che ricapitano imperterriti. Sotto mentite spoglie c'è sempre qualcuno nella mia vita che si chiama allo stesso modo.

Stay Persia Stay cool

Specie negli ultimi mesi, un susseguirsi di Dario e Alessandro che non si vedeva dalla battaglia di Isso. Lo so che dovrei ascoltare i segnali che mi manda l'universo e lasciar perdere subito. Così all'istante, appena mi dicono il nome.

No GIF - Find & Share on GIPHY

Il problema è che è  più forte di me, mi sento come la Persia. Che poi chiariamo, fosse stato per me, con tutti gli imperatori e condottieri che ci sono stati al mondo li avrei chiamati diversamente. Non è colpa mia se il fornitore  con la faccia da muflone e gli occhi azzurri, si chiama anche lui Dario. Come il parrucchiere figo, quello che mi tira i capelli e mi lancia sguardi assassini dallo specchio, che vai vedendo si chiama pure lui Alessandro. Non l'ho deciso io che l'istruttore in piscina o il professore scoppiato di qualche mese fa dovessero chiamarsi anche loro cosi'.

Napoli-10 anni dopo

Sarà quell'antico richiamo alle origini della civiltà o il fatto che, dai tempi dell'università, c'è un tipo che mi è sempre piaciuto, e finalmente ci poteva essere una possibilità remota di uscirci. La chiamata era buona. Ci siamo conosciuti ad un corso di scrittura creativa della Federico II. Il giovane federiciano era intelligente, divertente, con le labbra carnose, aveva qualcosa che mi prendeva. All'epoca negavo, ovvio perché a casa un Dario l'avevo già . Ero tutta "io no ma che dite raga quando mai, cioè ma che scherzate".

Shocked GIF - Find & Share on GIPHY

Dopo anni lo incontro per caso alla presentazione di un libro in centro. Con la mia chipped aplomb, un sorriso smagliante e la minigonna ci scappa il numero con tanto di "dai però sentiamoci".

L'appuntamento casual per parlare dei bei tempi andati

Venerdì sera appuntamento per un after dinner in centro a Pozzuoli . Summit sulla chat per la classica frase "che mi devo mettere". Esco semplice, una cosina alla mano che si addice al luogo e alle strade dissestate.Lui sempre carino come un tempo, 7 sulla scala bucirosso, io of course inceppata come le emarginate della prima liceo. Sceglie lui per me, gin tonic, e questo è il terzo che beve gin tonic, onesta mi avete stancata pigliate un'altra cosa che ne so un whisky sour, un rusty nail che fa tanto uomo bruto. Anywaaay, parliamo delle nostre vite, lo schifo che abbiamo fatto, i tempi passati e io penso a tutte le possibili e potenziali cose che potremmo fare invece di parlare.

I soliloqui interiori mentre ti fingi interessata

Mo ci provo, No ma secondo me non ci sta. Si allora perché è venuto scusa, che veramente se ne fotte del tirocinio del tuo lavoro e della tesi di laura? A nessuno interessa sono cose che uno si deve dire, perché non ti può dire chiaviamo e basta. Allora perché non mi prende e mi sbatte come la crema che sta per fare i grumi? Perché come ho detto prima ci vuole l'atmosfera. E che palle.

Sad GIF - Find & Share on GIPHY

Finiamo in un altro bar e ordino un white lady, prendo la scorzetta d'arancia e la strizzo per far uscire gli oli. Un profumo inebriante che mi resta sulle dita. Ingenua ed entusiasta di quest'aria di inverno a metà maggio, gliela faccio annusare per condividere questa gioia. Lui mi guarda e mi dice " wow come è sexy questa cosa che hai fatto"

Mosse involontarie si trasformano in letali armi di seduzione

Cioè ma siete seri? Allora io a 30 anni non ho capito un cazzo. La scorzetta d'arancia?

Realitytvgifs GIF - Find & Share on GIPHY

Hai due possibilità o ti fingi gatta morta e assecondi questa cosa in una serie di moine o in tutta onestà gli dici "ma chi io sexy? Ma dai era solo.. così un bel profumo". Chipped e onesta.

Ha funzionato ridiamo così con le teste all'indietro le lunghe ciglia ammalianti. Ci baciamo sotto al rione terra. Una di quelle pomiciate da universitari, un susseguirsi di mani, gemiti, ci appartiamo. Mi viene subito in mente la mia BFF che dall'università sapeva che c'era qualcosa sotto e io ho sempre negato. Pensiero che viste le circostanze svanisce subito.

E poi capisci che solo uno era il Macedone.

L'atmosfera si scalda, il ragazzo ha il giusto equilibro tra dedizione e talento. Non ci posso credere, dopo mesi di attese, appuntamenti mal riusciti, finalmente ho trovato un amico. Tra una serie di sguardi magnetici, morsi, vestiti che volano, succede che tutto scema, sfuma cosi' come cenere tra le dita.

What GIF - Find & Share on GIPHY

Non ti fermi, pensi  che ce la puoi fare, non demordere piccola chipped speranzosa. Con calma non gli mettere ansia, che poi e' peggio. Dopo vari tentativi vani, tra il mio imbarazzo e la sua generosità, il ragazzo chiama la resa. Affranta, distrutta, non so nemmeno io se e' colpa mia, se mi hanno messo il malocchio e non ne troverò più uno come il Macedone. L'instancabile che una notte di mezza estate, senza fate e a nozze finite, mi ha ridato fiducia nel genere umano. Ovvio non mi sfiora l'idea che sono io, perché conosco le mie skills.

E io ritorno a pensare a lei, la mia amica che domani si sparlerà per tutta la giornata di quanto avesse ragione e di quanto io sia sfigata! No dico seriamente, come si fa?

Esci, non stare buttata a casa, una sera con un gruppo, una sera con un altro, appari il fine settimana e ti distrai. Pure che non è il tuo genere che te ne importa almeno fai qualcosa.

Questa è la frase tipica, che sento ripetermi a più non posso da mesi ormai. Quando hai un'indole leggermente misantropa, ti riesce fin troppo semplice stare nel tuo mondo.

Awkward GIF - Find & Share on GIPHY

Nella rassicurante comodità della t-shirt bucata, alterno il divano al letto. È tutto un passaggio tra Netflix e il libro di turno. Non si può fare sempre così, la party girl che vive nascosta dentro di te ha bisogno di uscire anche lei, è come il meticcio del vicino che sta sempre in casa e ogni tanto povera bestia deve sfogare pure lui.

Cat GIF - Find & Share on GIPHY

Veni che ci sta pure il DJ set e arriviamo là già bevuti

Mi lascio convincere da un mio amico del liceo: "festa dell'UniNa all'Arenile di Bagnoli, Ga' se parea sta pure il DJ set". Penso al vestitino rosso che è un anno che sta in panchina, non ce la fa più. È come Quagliarella ai mondiali del Sud Africa, sta scalpitando vuole entrare in campo e far goal.
L'Arenile è la discoteca estiva per eccellenza: mille mila metri di prato sintetico, su quello che un tempo era il litorale dell'Italsider. Secondo me ora c'è talmente tanto amianto che l'erba e' sintetica perché non ci cresce più manco la speranza là sotto.

Ci fanno di tutto, dai concerti con rapper truzzi e cafardi a quelle merdate latinoamericane. Non importa cosa, quello che conta e' che una pislner di merda sta 10 euro e che all'ingresso ci sono file interminabili di cristiani che scalciano per partecipare alla mattanza del buongusto .

Crearsi delle aspettative e fare auto-convincimento  prima di uscire

Arrivo fighissima, come si addice al luogo, strizzata nel famoso vestito con tanto ti zizza in bella mostra trucco aggressive e scarpa da rimorchio spinto.  Piena di entusiasmo, penso ci saranno un sacco di fuori corso, sai quanti da giurisprudenza, da ingegneria o medicina che oramai hanno 27/28 anni e ci sta tutto. Solo un innocente flirt leggero. Male che vada ti scassi e balli tutta la notte.

Ma anche i non fuori corso, vuoi mettere un tenero e giovane universitario che non ha nessuna intenzione di innamoramento. Il cui scopo ultimo è l'accoppiamento selvaggio. Non fa niente che fa un po' cougar, who cares?

Whatever GIF - Find & Share on GIPHY

Mi guardo attorno sperando in una fauna mista, ma nulla, età media 13 anni con acne puerile. Penso sarà presto, allora prendiamo da bere, la pilsner se la bevono loro e i cechi e opto per un drink, qualcosa di difficile da sbagliare. Finisco che pago 10 euro per due gocce di gin London, che è lo spirito per pulire il motore dell see con un vago aroma di ginepro,  in tre quarti di lemonsoda. La prima ora c'e' una specie di live di dodicenni lontanamente indie più sulla boy-band semiseria strimpellante. A seguire tre pezzi due di Vasco e due di Ligabue, assieme hanno apparato due note e un accordo. Arrivo a meta' drink e mi cade il bicchiere di mano. Non fa niente dai divertiamoci. La musica fa cagare i drink sono uno sputo di acqua sporca, magari la gente...

Un'accozzaglia informe di generi incompatibili.

Il mio chipped cervello è andato in tilt, c'era qualsiasi cosa. Uno zoo safari delle più diverse specie di universitari era li' riunito in un posto.

La fascia nord: Ingegneria, economia, biotecnochimicafarmaceutica, a seguire l'area porto, giurisprudenza, scienze politiche, relazioni internazionali. Da lontano vedi arrivare loro che camminano come fossero divinità dell'olimpo, dall'alto della loro sapienza, i Policlinico Nuovo. Non te li aspetti ma ci sono anche i tuoi, i poracci del centro storico, gli umanisti e i geologico-sociologici di San Marcellino, che a momenti senza chiostro e plancia di fumo non li riconosci. L'arenile è la nuova arca. Sono sconvolta,  non ci sono più le distinzioni come una volta.

Shocked GIF - Find & Share on GIPHY

La nostalgia per quella rassicurante autarchia universitaria

Ai miei tempi- si l'ho detto, tra poco seguirà post sulle mezze stagioni e sulla fine della prima repubblica- ognuno aveva un'identità ben precisa. Era difficile che le boccolose mononeurone di giurisprudenza potessero  mescolarsi con noi, i colti umanisti spocchiosi con le pezze al culo. Non ti andavi ad immischiare con quelli di Economia. Ognuno restava nel suo, nessun matrimonio misto.  Ora invece le facoltà le hanno tolte di mezzo e hanno globalizzato lo studio in un marasma di generi informi. Non ci sono più le distinzioni di classe universitaria e gli studenti si miscelano in questo meltin' pot di classe, genere e numero,  che non mi fanno capire chi devo odiare, da che parte stare. Quindi faccio prima e vi odio tutti.

Angry GIF - Find & Share on GIPHY

Quando non c'è limite al disgusto

Nella confusione di questa paranza sociale arrivano gli amici che aspettavate. Scopri che le merde si sono scolati una bottiglia di vodka in solitaria prima di entrare. Sono ubriachi, brutti, sudati e senza stile, e tu sei sobria, lucida come la carta glossy per la stampante. Uno di loro piccolo, mostriciattolo pelato e sudato mi stringe in una morsa letale. Il tutto è durato pochi secondi, di altissimo terrore e disgusto che manco i migliori splatter avrebbero fatto lo stesso effetto . Mi sussurra con quelle sue labbra biascicose e disgustose "sei bellissima ti scoperei tutta".

Trattengo a malapena i conati, mi divincolo dalla sua stretta e con la mia forza bruta lo spingo, schifata me ne vado e li appendo nel locale.

Puke GIF - Find & Share on GIPHY

Ecco perché dovete stare ognuno nel vostro. Piccoli emarginati dalla vita sociale, prima non li vedevi in giro a far danni. Stavano a casa a fare i giochi di ruolo vestiti da maghetti medievali. Ora invece escono sperando di avere una remota possibilità. Brutto secchione brufoloso, nelle caverne a studiare le formule matematiche devi stare. Chi vi ha messo in testa che potete andare in giro anche voi? Chi? Lo vorrei incontrare e parlarci 5 minuti, con questo grande genio. Viva la tolleranza e la diversità, eh no cari miei. NO! Il chiattone sudato, pelato con le mini mani no, quello non si può tollerare.

Reaction GIF - Find & Share on GIPHY

Finiamo  io e il mio amico di liceo in un bar che fa da bere per pochi euro. Il target medio sono i napulegni e gente che a stento ha la terza media.

UniNa 0 UniStrada 1

Questa volta hanno vinto loro!

 

E la volta che capisci che non vuoi essere più la moglie di Johnny Cash

Avevo 14 anni, avevo perso la testa per un tipo. Non era solo la prima cotta, era il primo sociopatico di una lunga serie. Lui era completamente diverso da tutto quello che si potesse immaginare per me. Ma lo amavo alla follia, come solo una quattordicenne può fare.

Baby-Chipped metodo classico Champenoise

Era un grezzo, rozzo uomo di provincia, brutto e grasso, portava la barba incolta e aveva un forte accento montese. Nel 2001 la barba non si portava, anzi erano gli anni di Justin Timberlake and co. Eppure ero persa per lui, ogni giorno andavo a scuola e speravo di vederlo, che mi parlasse. Mi ricordo ancora le corse nel pullman con il gruppo di teatro, che cercavo di sedermi vicino a lui. Lui così impenetrabile, impossibile da decifrare, sara' stato l'accento, che mi guardava, ci provava ma non ci provava, mi faceva il solletico durante le prove.

Il troglodita era fidanzato e voleva stare un po' qua e un po' là, io che per un nulla andavo in ebollizione lo mandai a fare in culo senza mezzi termini. In un'epoca in cui non c'era il blocco dai contatti, se volevi eliminare qualcuno lo facevi di persona, ti assumevi le R E S P O N S A B I L I T À.

Io piccola chipped, con molte più palle di ora lo bloccai vis à vis. Con la mia maglia scambiata da sotto la vestito, da sopra ai jeans con il collarino a punkabestia di pelle bianca borchiato, gli dissi una roba tipo "Tu mi volevi baciare e sei fidanzato. Io non sono seconda a nessuno, tieniti la tua montese ma non mi salutare mai più." con tanto di Zan zan finale.

Fierce GIF - Find & Share on GIPHY

Si avevo il collarino di borchie a spuntoni. Anche io ho qualche scheletro, diciamo un ossario.

Frasi che ti segnano ma che non hai mai capito che volessero dire

Io distrutta dal dolore, avevo fatto la tosta ma ero devastata. Cercavo conforto negli amici cari, un giorno il mio vicino di banco che mi disse:

"Gaia perché non ti accorgi che lui non è per te? Voi appartenete a due mondi diversi. Perché non riesci a vedere che lui non è alla tua altezza? Che lui non è la metà della tua mela."

All'epoca non capii cosa volesse dire, lui non era alla mia altezza.
Sono passati sedici anni da allora, il troll del primo liceo l'ho abbondantemente dimenticato, ne ho incontrati tanti altri e nessuno era alla mia altezza.

Confused GIF - Find & Share on GIPHY

Nessuno

Ma non è che io me ne fossi resa mai conto. Anzi, con ognuno di loro mi sono strutta, i pianti, le tragedie, i drammi. Tutti grandi amori finiti male. Che pensavo di morire, di non riuscire ad arrivare all'estate, e poi puntualmente mi sono ripresa.

Soliloquio time

Ora mi chiedo hai 30 anni, dovresti aver raggiunto la maturità, perché devi perseverare e continuare a cercare di farti amare da chi non ama a prescindere?

Broken GIF - Find & Share on GIPHY

Mica ti danno il premio best chipped lover 2017? No anche perché chi è così, così resta. Non puoi scegliere qualcuno rotto e aggiustarlo, non sei l'ospedale delle bambole. Hai rotto tu e questi amori impossibili, che poi dai, per favore Gaia sii seria, sono tutti inceppati. Uno di loro non sapeva nemmeno leggere la bolletta della Vodafone,  figurati aprirsi il conto in banca da solo. O come quell'altro disadattato che quando parla sembra uno di quei secchioni nerd chiusi nelle stanzette. Dai ma veramente fai? E per non parlare di quello che quando si muove è peggio di Pippo. I grandi tombeur de femmes. Non me li far elencare! Basta smettila.

30 Rock GIF - Find & Share on GIPHY

Ieri sei andata a correre che volevi mettere le idee in chiaro, non ci sei riuscita, anzi. Sei tornata a casa con la peggiore idea al mondo. Inutile che fai, la guerra è finita, l'imperatore ha dichiarato la resa. Pearl Harbor è il passato.

All'improvviso dal nulla, mi ha colpito in faccia come un calcio.

Stavo su Apple Music che mi propone una playlist rock-country, Jonny Cash The Ring of Fire, ovviamente anche lui infierisce e ci mette il suo facendoti rivere attimi passati. La canzone che il Marines ti ha dedicato una sera d'estate, quando un cantate folk-country a via Chiaia attirò la sua attenzione e iniziaste a ballarla in mezzo alla strada deserta. Tralasciando i ricordi struggenti, vedo la faccia di Cash sulla copertina dell'album.

Bob Dylan GIF - Find & Share on GIPHY

La fronte segnata dalle rughe, gli occhi tristi e la bocca serrata di chi ha tutta la sofferenza del mondo chiusa dentro. Quel dolore di chi non è capace ad amare, che si porta dietro quella perenne insofferenza, quel peso di che non riesce a far uscire.

Quei casi umani socialmente inadeguati e disadattati, come piacciono a me. E già ce la vedo la moglie, povera crista, la tengo davanti agli occhi. Gli accarezza il viso, per consolarlo e confortarlo e lui che scosta la testa infastidito perché non è il momento. Perché hanno anche loro il ciclo, perché stanno in fase morbo. Perché loro sono  tutta un' escalation da Leopardi a Montale, un fanciullino col male di vivere dentro e tutto un pessimismo cosmico intorno.

Come quelle formiche che portano un masso gigante sulle spalle

Perché non è mai il momento e tu stai lì che fai 'sti sforzi disumani, manco stessi scalando un Everest emotivo. Ho sottoposto la mia anima ad una fatica immensa. Le sudate per cercare di insegnare l'amore a tutti questi scoppiati fuori di testa, sociopatici, disturbati. Ho dato a senso unico, mi sono sobbarcata di un carico così pesante per dargli quell'amore che nessuno gli aveva mai dimostrato.Tanti poeti maledetti, che ti fai in quattro e dai senza risparmiare un minuto, un centesimo, sfinita, senza forze continui, perseveri in un'infinita spirale di auto-accettazione sentimentale, e loro stanno sempre lì col musone. Tutti appestati depressi che gli vengono le crisi esistenziali e si trasformano in lupi mannari o in gremlins dopo la mezzanotte.

 Dico no a Johnny Cash tipo il colesterolo e Valsoia

Adesso ho capito che vuol dire non sono alla tua altezza. Che vuol dire "stop looking for validation in your relationships". Vuol dire che se io accarezzo, lo faccio a chi lo sa già fare, a chi mi guarda e mi ricambia. Significa che mentre io sto pensando di far partire quella mano, c'è chi mi ha già avvicinato la guancia. Vuol dire che io e questi Johnny, emotivamente parlando siamo su due pianeti diversi. È  come se io fossi la Apple e loro ancora stanno cercando di capire come fare il fuoco. Il fatto è che sono sentimentalmente evoluta e non posso retrocedere al Pleistocene.

Perché poi è inutile che ti scansi, se poi ti preoccupi se in inverno ho a coat so warm, o se i miei capelli cadono ancora morbidi e ondulati sul mio seno. Si, ho un cappotto, anzi ne ho tanti, di cui uno è una pelliccia grigia super figa. E no i capelli li ho tagliati, sono così, corti che mi fanno sentire meno ragazzina indifesa che ti guarda con gli occhioni pieni di speranza. Anzi mi fanno sentire, sciolta e disinvolta, di quelle che non se ne fottono, che visualizzano e non rispondono. Mi fanno sentire così che non ho più' bisogno di fare Pearl Harbor. La guerra e' finita, ho ricevuto due bombe atomiche, e' tempo di ricostruire la mia nazione e di diventare potenza mondiale. E' tempo di dominare il mercato.

Caro il mio Johnny Cash!

Share the Chipped
Share the Chipped